Seleziona una pagina

Studio, analisi ed individuazione di Best Practices nella didattica a distanza del laboratorio d’arte – Strumenti e metodologie

IStudio, analisi ed individuazione di Best Practices nella didattica a distanza del laboratorio d’arte – Strumenti e metodologie

Le buone pratiche

La recente emergenza sanitaria ha mostrato quanto la didattica a distanza possa costituire se non un sostituto certamente un valido affiancamento alla didattica tradizionale; molti enti ed istituzioni hanno felicemente applicato strumenti e metodologie di e-learning alla loro attività. Tuttavia le accademie e le scuole d’arte in genere si sono trovate ad affrontare problematicamente le difficoltà insite nel dover declinare tali procedure nel laboratorio d’arte, là dove l’aspetto pratico ed operativo delle materie insegnate sembra entrare in conflitto con la smaterializzazione dell’insegnamento a distanza. 

Risulta perciò opportuno approfondire questo argomento, in vista degli sviluppi futuri delle attività didattiche di ogni istituzione formativa, dal punto di vista specifico delle accademie di belle arti, analizzando esperienze già attuate sia a livello nazionale sia internazionale, ideando e sperimentando strumenti innovativi e metodologie sostenibili in tal senso ed infine restituendo un insieme di “buone pratiche” che sappiano fare uso degli strumenti multimediali nell’insegnamento a distanza delle materie laboratoriali in modo efficace e sostenibile, eventualmente realizzando e pubblicando anche un manuale operativo che illustri quali tecnologie digitali possano essere utilizzate e quali metodologie didattiche possano essere seguite. 

Obiettivi

Mettere a fuoco, sia sulla base dell’esperienza della nostra accademia sia studiando ed approfondendo analoghe esperienze nazionali ed internazionali, quali sono gli strumenti tecnologici migliori e quali sono le metodologie didattiche più efficaci e sostenibili per svolgere laboratori d’arte a distanza;
sperimentare e condividere con i colleghi delle materie di laboratorio tali “buone pratiche”;
raccogliere nella forma di una pubblicazione manualistica ed operativa i risultati dello studio e della sperimentazione svolta, ad uso delle accademie di belle arti e delle scuole d’arte, nazionali ed internazionali.

Modalità di realizzazione

La costituzione di gruppi di lavoro composti da docenti esperti di tre aree disciplinari (metodologie didattiche – tecnologie digitali – produzione artistica) e dei loro studenti, consentirà di svolgere le attività di studio e di sperimentazione richieste dal progetto.
Ogni docente coinvolto costituirà un gruppo di lavoro che nello svolgimento curriculare della propria materia affronti le tematiche oggetto della ricerca e si raccordi con gli altri.